I benefici dello yoga per la gestione del dolore

Liquid error (sections/article-template.liquid line 62): The format option 'month_day_year' is not a supported format.

I benefici dello yoga per la gestione del dolore

I benefici dello yoga per la gestione del dolore

L’efficacia delle tecniche di gestione del dolore, varia per ogni persona e a seconda del loro livello di sofferenza. Gli oppioidi sono noti per fornire un sollievo immediato, motivo per cui, sono la soluzione più comune per il dolore. Tutta via, il loro consumo spropositato negli Stati Uniti evidenzia la necessità di soluzioni alternative che non rappresentino una minaccia per il paziente. Uno di questi trattamenti è lo yoga, che ha mostrato essere molto promettente per la gestione del dolore.

Che cos'è lo yoga?

Benefits of Yoga

Lo yoga è una pratica fisica, mentale e spirituale nata in India, resa popolare in Occidente come un vero e proprio allenamento; e per ottime ragioni! Un'ora di yoga al giorno infatti, può fornire una notevole spinta al sistema cardiovascolare e migliorare la forza e la flessibilità.

Lo yoga, tuttavia, è più di un allenamento efficace. Come attività olistica ad esempio, può aumentare la consapevolezza fisica e psicologica di ogni praticante. Sarebbe meglio pensare allo yoga come una meditazione in movimento, perché incorpora mobilità, controllo del respiro e consapevolezza in un unica disciplina. Per questi motivi, lo yoga può diventare un metodo efficace per gestire e prevenire il dolore post-operatorio, sia acuto che cronico.

 

Costruisce forza e flessibilità

È innegabile che lo yoga come attività fisica sia gratificante. Lo scrittore James Gonzales ha affermato che si tratta di una routine di allenamento efficace sia per la forza che per la flessibilità. Per tonificare vari gruppi muscolari e migliorare la gamma di movimento si ha bisogno solo del proprio peso corporeo. Questo è il motivo per cui lo yoga è la disciplina ideale da abbinare allo sport e soprattutto per riprendersi da un infortunio.

Quando si tratta di gestire e prevenire il dolore, la forza e la mobilità sono più importanti di quanto si pensi. Avere muscoli più forti, significa fare un minore sforzo quando si esegue un movimento intenso o quando si trasportano carichi pesanti. Anche le articolazioni ne traggono vantaggio, ottenendo un supporto maggiore dai muscoli circostanti, che possono ridurre o eliminare il dolore. Uno studio sulla fibromialgia del 2018, pubblicato su Advances in Reumatology, afferma che costruire forza riduce i sintomi del dolore. Mentre i ricercatori stanno ancora esaminando i tipi di allenamento migliori, lo yoga è noto per aiutare nella riabilitazione, nella prevenzione e nella riduzione del dolore in generale.

 

Riduce la percezione del dolore

Gli effetti della meditazione sulla percezione del dolore sono stati ampiamente studiati nell'ultimo decennio. I ricercatori ritengono che il dolore abbia un elemento soggettivo ad esso che ingrandisce l'esperienza sensoriale. Inoltre, il giornalista sanitario Dr. Robert Glatter ha citato nuove prove che rafforzano i risultati precedenti: la meditazione può davvero ridurre la percezione del dolore!

Attraverso il lato meditativo dello yoga, in qualsiasi momento, ci si può concentrare sulla propria esperienza sensoriale. Questo può sembrare controproducente, ma farlo può aiutare una persona a identificare gli elementi soggettivi che alterano il dolore. Lo stress infatti, sul dolore stesso, può rendere una condizione più dolorosa di quanto già non sia in realtà.

 

Migliora la gestione dello stress

Parlando di stress, Shape Magazine sottolinea che può’ aumentare la sensibilità al dolore e che di conseguenza, il dolore può portare allo stress cronico. Questo dimostra quanto sia facile cadere in un ciclo di dolore e stress. Fortunatamente, lo yoga può aiutare agendo come uno strumento di gestione dello stress. Fare semplicemente dei respiri profondi può fare miracoli per ridurre il dolore. Aumenta l'apporto di ossigeno al cervello, che attiva il sistema nervoso parasimpatico. Lo yoga migliora la capacità di rilassarsi anche attorno a stimoli stressanti, come il dolore.

Va sottolineato però che l'efficacia dello yoga, per la gestione del dolore, non è garantita. Ci sono molti fattori in gioco che possono diversificare i risultati; come il livello individuale di dolore o l'intensità della pratica dello yoga. Detto questo, praticarlo non comporta ne rischi fisici, ne psicologici tantomeno il bisogno di  assumere oppioidi. Assicurarsi di cercare un fisioterapista o un istruttore di yoga qualificato, resta il modo più sicuro per iniziare a praticare. Nel complesso, lo yoga è un'ottima pratica per ridurre il dolore e migliorare il benessere in generale.

 

L'articolo è stato scritto per Qualiteam.com

Da Jillian Peters